Porto Empedocle, demolito Palazzo Montagna

di Giuseppe Alizzi III A

Se ne va un altro pezzo di storia siciliana, questa volta a Porto Empedocle, dove lo storico “Palazzo Montagna” è stato demolito dal proprietario nella notte, dopo che gli era stato respinto un progetto di ristrutturazione da parte della Soprintendenza ai Beni Culturali. L’immobile, anche teatro di alcune vicende dei romanzi di Andrea Camilleri e ormai nella memoria dei cittadini empedoclini che lo chiamavano “u casamentu”, era da tempo inagibile e a rischio crollo. Per questo il proprietario, Salvatore Burgio, che è stato adesso denunciato per aver raso al suolo un edificio sotto vincolo, avendo l’obbligo di ristrutturare lo stabile, aveva presentato un progetto che però si è visto rifiutare e, agendo sia per rabbia, dato l’eccessivo zelo della burocrazia, sia per paura che potesse essere perseguito penalmente per i danni provocati da un eventuale crollo, con il favore delle tenebre ha deciso di porre fine a questa situazione demolendo il fabbricato.

porto empedocle - palazzo montagna

1 comment for “Porto Empedocle, demolito Palazzo Montagna

  1. 19 Aprile 2014 at 16:44

    Azioni del tutto ingiustificabili che danneggiano l’intero paese… http://isognidegliarchitetti.wordpress.com/2014/04/15/462/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *